Gli Eventi

Alcune migliorie, apportate nell’organizzazione del lavoro a tecnica inversa, consentirono una prima internazionalizzazione dello Studio Cassio, basata sulla preparazione dei lavori e su accurati imballaggi a Roma, spedizione via nave, e applicazione in situ da parte di maestranze dello Studio: in Francia, Belgio, Germania, Tunisia, Filippine, Hong Kong. La qualità delle esecuzioni, il costo concorrenziale, la stabilità del rapporto dollaro/lira, favorirono negli anni ‘50 e ‘60 le relazioni con laboratori di mosaico negli Stati Uniti e grandi realizzazioni in edifici a New York, Chicago, Detroit, Gettysburg, Wichita, Wilmington, mediate dall’agente U.S.A. dello Studio, John Philip Rossi.

2011

Benedizione di Sua Eminenza, Cardinale Bernard Francis Law. Del mosaico "Salus Popoli Romani" presso lo Studio Cassio in via Urbana, prima della collocazione del pannello musivo nel Santuario dedicato al Beato Giovanni Paolo II a Cracovia, in Polonia.

2011

Mostra “CON TATTO” – progetti e opere in mosaico di Elisa Montessori, presso lo Studio Cassio dal 19 settembre al 1 ottobre 2011. Un racconto fatto più di mani, che disegnano colori e tagliano pietre, che di parole; quasi più tattile e visivo che sonoro.

2011

Accogliendo l’invito presentato dall’Em.mo Card. George Pell, Arcivescovo di Sydney, il Santo Padre Benedetto XVI inaugura il nuovo centro di accoglienza per i pellegrini provenienti dall’Australia. Nel giardino della Domus il Papa benedice una lapide commemorativa con il proprio stemma pontificio in mosaico, realizzato dallo Studio Cassio.

2005

“Studio Cassio – Arte del Mosaico di Fabrizio Cassio” was entered in the Register ROMA ARTE ECCELSA, founded by the Rome Municipal Council’s Department for Productive Activities.

2003

Il Sindaco di Roma, On. Walter Veltroni, conferisce a Fabrizio Cassio l’Onorificenza di “Maestro Artigiano”.

1998

Lo Studio Cassio realizza cinque formelle in mosaico su disegni di Franca Forzati, Alessandro Lo Schiavo, Stefania Bedoni, Stefano Cassio, Giuseppe Pasquali, destinate alla mostra “Genius Loci: le Stanze di Roma” nell’ambito della rassegna “Abitare il Tempo” a Verona.